Domande frequenti

Domanda 1: Cos'è l'accreditamento e in cosa consiste la differenza nei confronti della certificazione?

Accreditamento = conferma e riconoscimento delle competenze tecniche
Conferma da parte di terzi (indipendenti e imparziali) che riconosce formalmente a un organismo di valutazione della conformità la  competenza a svolgere determinati compiti nell'ambito della detta valutazione (ISO/IEC 17000, 5.6).

Certificazione = conferma dell'adempimento di requisiti prescritti
Procedura secondo la quale una terza parte (indipendente e imparziale) conferma per iscritto che prodotti, processi, sistemi o persone sono conformi a ben determinati requisiti (vedi anche ISO/IEC 17000, 5.5).

La certificazione è uno dei vari tipi di valutazione della conformità (vedi domanda 2).

La differenza tra le due procedure, in apparenza simili, consiste nel fatto che, nel caso dell'accreditamento, si pone in primo piano il  riconoscimento formale delle competenze. Ciò richiede delle conoscenze tecniche approfondite e l'eventuale ricorso a esperti della disciplina specialistica interessata dal settore da accreditare. Nel caso della certificazione, si tratta innanzitutto di accertare la  conformità a una norma o a un quadro normativo.

Domanda 2: Cosa sono gli organismi di valutazione della conformità?

Un organismo di valutazione della conformità è un'organizzazione che esegue valutazioni della conformità.

Valutazione della conformità: procedura comprovante che determinati requisiti riferiti a un prodotto, a un processo, a un sistema, a una persona o a un'organizzazione risultano adempiuti. Detti requisiti possono essere stabiliti mediante testi legali o norme, nella  documentazione del fabbricante oppure in altro modo.

Tutti gli organismi di valutazione della conformità devono adempiere, ai fini dell'accreditamento, le esigenze definite nelle norme ISO/IEC della serie 17000 nonché altre norme rilevanti in materia.

I vari tipi di valutazione della conformità sono correntemente strutturati come segue (OAccD, Allegato 2):

  • Laboratori di prova e di taratura secondo ISO/IEC 17025;
  • Laboratori di analisi mediche secondo ISO 15189;
  • Produttori di materiali di riferimento secondo ISO Guide 34;
  • Offerenti di prove d'attitudine o d'idoneità secondo ISO/IEC 17043;
  • Organismi di ispezione secondo ISO/IEC 17020;
  • Organismi di certificazione dei prodotti secondo ISO/IEC 17065;
  • Organismi di certificazione dei sistemi di gestione secondo ISO/IEC 17021;
  • Organismi di certificazione delle persone secondo ISO/IEC 17024.

Domanda 3: Chi può essere accreditato, quali requisiti bisogna soddisfare per ottenere un accreditamento? L'accreditamento può essere concesso anche a organizzazioni o imprese estere?

Nell' "Ordinanza del 17 giugno 1996 sul sistema svizzero di accreditamento e la designazione di laboratori di prova e di organismi di  valutazione della conformità, di registrazione e d'omologazione (Ordinanza sull'accreditamento e sulla designazione, OAccD)" (RS  946.512), articolo 4, si stabilisce:

Capoverso 1: Possono essere accreditati:
a. organismi di valutazione della conformità di imprese iscritte nel registro di commercio svizzero e che hanno il loro domicilio in  Svizzera;
b. organismi di valutazione della conformità statali in Svizzera.

Capoverso 2: Tenuto conto degli interessi della Svizzera nell'ambito dell'economia nazionale e delle relazioni economiche esterne, possono essere accreditati anche:
a. organismi di valutazione della conformità di imprese registrate all'estero e che hanno il loro domicilio in Svizzera;
b. organismi di valutazione della conformità all'estero.

Conformemente all'articolo 6 del Regolamento dell'Unione europea (UE) „Regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008 che pone norme in materia di accreditamento e vigilanza del mercato per quanto riguarda la commercializzazione dei prodotti e che abroga il regolamento (CEE) n. 339/93" gli organismi nazionali di accreditamento non sono in concorrenza con altri organismi nazionali di accreditamento.

Il Servizio di accreditamento svizzero (SAS) non ha a disposizione le necessarie risorse per il conferimento di accreditamenti a persone giuridiche con sede all'estero. Nel caso in cui un'organizzazione o un'impresa svizzera gestisce delle sedi operative all'estero coperte dall'accreditamento conferito in Svizzera alla società madre, il SAS è tenuto a periziare anche le dette sedi operative. A tale scopo - per quanto le premesse siano soddisfatte - esso collaborerà con gli organismi di accreditamento nazionali locali. Ulteriori dettagli possono essere desunti dal documento SAS n. 738.

Domanda 4: Come viene accreditato un organismo o come si svolge il processo di accreditamento?

Il Servizio di accreditamento svizzero (SAS) ha descritto in maniera dettagliata la procedura di accreditamento nelle sue guide e nei documenti di riferimento. Questi e altri documenti come l' "Ordinanza sul sistema svizzero di accreditamento e la designazione di laboratori di prova e di organismi di  valutazione della conformità, di registrazione e d'omologazione " - chiamata anche, in breve, Ordinanza sull'accreditamento e sulla  designazione (OAccD) - oppure riguardanti la presentazione della domanda o le disposizioni dettagliate concernenti gli organismi accreditati sono disponibili sul nostro sito web.

Le procedure del SAS in materia di accreditamento possono essere rappresentate, in maniera riassuntiva, come segue:

  • Iscrizione / presentazione della domanda
  • Colloquio informativo (serve allo scambio reciproco ed esaustivo delle informazioni)
  • Colloquio preliminare (serve alla preparazione della perizia e alla definizione particolareggiata del campo di applicazione)
  • Perizia
  • Accreditamento
  • Sorveglianza annuale (di regola)
  • Rinnovo dell'accreditamento dopo al più tardi cinque anni

Domanda 5: Come fare per individuare organismi accreditati per un determinato settore?

Con l'aiuto del nostro motore di ricerca, sotto il punto di navigazione "Organismi accreditati"/"Ricerca", si possono individuare gli organismi accreditati in base a diversi criteri di ricerca.

  • Selezionare nella casella "Settore" il termine pertinente e/o
  • immettere nella casella "Cerca" una parola chiave, una norma, una procedura ecc. e/o
  • selezionare nella casella "Tipo di accr." il corrispondente tipo.
  • Se si cerca un organismo accreditato ben definito, di cui si conoscono il tipo e il numero, si può selezionare il corrispondente tipo di accreditamento e immettere il numero nella casella "Tipo di accr.".

Quale risultato si ottiene l'elenco degli organismi che soddisfano i criteri della ricerca. Per ognuno di questi organismi è messo a disposizione un accesso diretto al registro (download) con il campo di applicazione particolareggiato dell'accreditamento (nella lingua di volta in volta disponibile).

Domanda 6: Gli Stati dell'UE riconoscono, nell'ambito degli accordi bilaterali I, tutti i settori coperti dalle valutazioni della conformità  eseguite in Svizzera?

No, non ancora tutti. I seguenti links permettono di accedere all'accordo stesso oppure all'elenco dei settori e degli organismi di valutazione della conformità, designati dalla Svizzera, che sono riconosciuti dall'UE:

Domanda 7: Disponiamo di un accreditamento rilasciatoci nel nostro paese di residenza X. È valido e riconosciuto anche in Svizzera?

Un accreditamento può venire riconosciuto se lo stesso è stato rilasciato da un organismo di accreditamento che ha sottoscritto un Multilateral Agreement (MLA) con (a) l'International Accreditation Forum (IAF), nel campo della certificazione, o con (b) l'International  Laboratory Accreditation Cooperation (ILAC), nei rimanenti campi, o se (c) dispone di un MLA simile con un'organizzazione di accreditamento regionale, membro dell'una o dell'altra organizzazione internazionale suddetta. In Europa questa funzione è ricoperta dall'European co-operation for Accreditation (EA).

Domanda 8: Un sistema di gestione che corrisponde alle principali esigenze delle norme in materia di accreditamento è equivalente a un sistema di gestione conforme a ISO 9001?

Laboratori di prova, di taratura e di analisi mediche nonché organismi d'ispezione:
In due comunicati congiunti pubblicati in 2009 e 2013, l'International Organization for Standardization (ISO), l'International Accreditation Forum (IAF) e l'International Laboratory Accreditation Cooperation (ILAC) hanno espressamente confermato che un sistema di gestione conforme ai requisiti della norma ISO/IEC 17025 (laboratori di prova in genere) oppure ISO 15189 (laboratori di analisi mediche) oppure ISO/IEC 17020 (organismi d'ispezione), soddisfa anche i requisiti basilari secondo ISO 9001 (vedi "Downloads" più in giù) .

Organismi di certificazione dei sistemi di gestione, delle persone e dei prodotti:
Le più recenti edizioni delle norme in materia di accreditamento per gli organismi di certificazione dei sistemi di gestione, delle persone e dei prodotti offrono agli organismi stessi due possibilità sotto l'aspetto del grado di rigore dell'attuazione: un sistema di gestione integralmente conforme alla norma ISO 9001 (primo caso) oppure un sistema di gestione semplificato che soddisfa i requisiti minimi stabiliti nelle norme (secondo caso). Nel primo caso il sistema di gestione deve adempiere in modo rigoroso i requisiti della norma ISO 9001. Questo viene confermato mediante l'accreditamento. Nel secondo caso il sistema di gestione soddisfa i requisiti della detta norma al massimo in singoli settori, ma non nel suo insieme.

Domanda 9: Come si viene a sapere se un determinato prodotto richiede di essere certificato?

In linea di principio un prodotto deve essere certificato quando lo richiedono una legge a livello nazionale o europeo, un'ordinanza oppure una base normativa. Sul piano svizzero, l'Ufficio federale competente per il prodotto in questione fornisce ulteriori informazioni a tale proposito.

Sul piano europeo, la certificazione è richiesta imperativamente per quei prodotti che, per l'autorizzazione della loro immissione in commercio, necessitano del marchio CE. Bisogna qui rivolgersi agli organismi notificati a Bruxelles - i cosiddetti Notified Bodies - che devono, di regola, disporre di un'accreditamento.

Domanda 10: Com'è possibile verificare l'autenticità di certificati rilasciati da organismi di certificazione in Svizzera o all'estero?

Ogni certificato deve contenere, tra l'altro, le seguenti informazioni, che permettono di accertarsi del certificato stesso come anche dell'organismo di certificazione che lo ha rilasciato:

  • Numero di identificazione del certificato;
  • Nome e indirizzo dell'organismo di certificazione che ha rilasciato il certificato;
  • Nome e indirizzo dell'organizzazione o dell'impresa a cui il certificato è stato rilasciato;
  • Se il certificato è stato conferito nell'ambito dell'accreditamento, deve essere apposta anche la rispettiva sigla di accreditamento nonché il numero di accreditamento.

Con l'ausilio di queste informazioni è sempre possibile richiedere la verifica, presso il rispettivo organismo di certificazione o di  accreditamento, della validità del certificato oppure di quella dell'accreditamento per il campo di applicazione della certificazione.

Domanda 11: Abbiamo messo a punto un sistema di certificazione e vorremmo utilizzarlo sotto l'accreditamento. È possibile e cosa dobbiamo  intraprendere a tale scopo?

In linea di principio ciò è possibile, il sistema di certificazione deve però essere "idoneo all'accreditamento". Per stabilirlo, il sistema di certificazione deve essere verificato dal Servizio svizzero di accreditamento (SAS) sotto l'aspetto della sua idoneità ai fini  dell'accreditamento. Solo a verifica avvenuta, può essere inoltrata la richiesta di accreditamento per il sistema in oggetto. Questa procedura deve essere imperativamente seguita per tutti i sistemi di certificazione di diritto privato. Il nostro Responsabile tecnico per le certificazioni vi informa volentieri sui dettagli della procedura.

Sistemi di certificazione pubblicati sotto forma di norma internazionale o nazionale, di legge oppure di ordinanza o di decreto sono, di regola, considerati come "idonei all'accreditamento".

Domanda 12: Siamo una società di consulenza e vorremmo in futuro diversificare la nostra offerta con corsi d'istruzione e con certificazioni. La cosa è, in linea di massima, possibile?

È permesso offrire corsi d'istruzione a condizione che gli stessi non siano poi dichiarati come requisiti per una successiva certificazione, oppure non pregiudichino le prestazioni di servizi nell'ambito della certificazione. Sono determinanti le norme in materia di accreditamento nel settore della certificazione (ISO/IEC 17021, 17024, 17065).

Non è permesso offrire delle consulenze da parte di un'organizzazione se quest'ultima oppure dei settori di quest'ultima offrano anche delle certificazioni. In questo contesto sono considerate come consulenze tutte le prestazioni di consulenza a titolo oneroso che vanno oltre l'usuale supporto dei clienti nell'ambito del processo di certificazione.

Domanda 13: Secondo quali criteri sono accreditate, in Svizzera, scuole universitarie oppure persone del Corpo diplomatico?

L'accreditamento di scuole universitarie oppure di persone appartenenti al Corpo diplomatico avviene secondo principi e requisiti completamente differenti da quelli validi per gli organismi di valutazione della conformità. Questi sistemi di accreditamento non hanno niente in comune. Il termine "accreditamento" non è un termine protetto e può essere definito in modo diverso a seconda dei bisogni o del campo d'impiego.

Domanda 14: Qual è la differenza tra certificati accreditati e non?  

Con il rilascio di un certificato l’organismo di certificazione conferma che un cliente certificato soddisfa i requisiti di un programma di certificazione prestabilito.  

Questo non garantisce tuttavia che l’organismo di certificazione rispetti i requisiti per l'assegnazione di un certificato. I soggetti interessati devono fidarsi della dichiarazione dell'organismo di certificazione.  

Se la competenza di un organismo di certificazione viene verificata e confermata, in gran parte, da un organismo di controllo statale (p. es. il Servizio di accreditamento svizzero), l’organismo di certificazione viene accreditato e i certificati portano il simbolo di accreditamento (linguisticamente detto: i certificati sono accreditati). Con l’accreditamento viene tra l’altro confermata l’affidabilità, l’indipendenza, l’imparzialità e la competenza tecnica dell’organismo di certificazione in merito all’intero processo di certificazione, allo standard certificato e al campo di attività del cliente.  

La certificazione accreditata è quindi uno strumento in cui tutti gli attori (fornitori di certificati, organismi di certificazione, legislatori e altri interessati) collaborano per garantire qualità e affidabilità.

Downloads

Ultima modifica 09.06.2017

Inizio pagina

https://www.sas.admin.ch/content/sas/it/home/akkreditierung/faq.html